Appendice 1 del manuale FAO: 12 VERDURE PARTICOLARMENTE INDICATE PER LA COLTURA ACQUAPONICA

Terminata la traduzione del Manuale “Small-scale aquaponic food production – Integrated fish and plant farming”, edito dalla FAO,  iniziamo con le numerose appendici al testo, la prima delle quali è dedicata ad un approfondimento su 12 verdure che vengono particolarmente bene se coltivate con il metodo acquaponico

Le informazioni fornite qui di seguito, riguardano i 12 ortaggi più popolari coltivati in acquaponica. Verranno fornite indicazioni sulle condizioni di crescita ottimali, tra cui alcune specifiche per la colitvazione con il metodo acquaponico e le tecniche di raccolta per ogni verdura. Le linee guida che seguono si basano sull’esperienza di coltivatori acquaponici di lunga data, da manuali di orticoltura  su suolo e fuori suolo, e sull’esperienza professionale degli agricoltori e ricercatori. Questo elenco non è affatto esaustivo, dovrebbe essere interpretato come una pluralità di esempi di informazioni necessarie, indirizzare ed orientare una propria attività di ricerca, in particolare per le colture che non sono elencate qui, come altre colture comuni, non incluse in questa appendice ad esempio: okra, pak choy, choy bok, choy ong, tatsoi, menta, timo, aneto, scalogno, erba cipollina, coriandolo, taro, crescione, rucola, fiori commestibili, fiori ornamentali, e anche piccoli frutti. Oppure ortaggi a radice, come cipolla, carota, barbabietole, ravanelli e taro che dovrebbero essere coltivati in “wicking beds” collegati al sistema acquaponico.

BASILICO
pH: 5.5-6.5
S
esti d’impianto: 15-25 cm (8-40 piante / m2)
Tempo di germinazione alla temperatura di
20-25 ° C: 6-7 giorni
Durata
della coltivazione: 5-6 settimane (iniziare la raccolta quando impianto è di 15 cm)
Temperatura: 18-30 ° C, ottimale 20-25 ° C
E
sposizione alla luce: In pieno sole o leggermente al riparo
Altezza della pianta e larghezza: 30-70 cm; 30 cm
Metodo acquaponico consigliato: letti di argilla espansa (o altro medium), NFT e DWC

A1.2
Coltivazione del basilico in sistemi acquaponici: Il basilico è una delle erbe coltivate  più popolari negli impianti acquaponici, in particolare negli impianti di monocoltura commerciale su larga scala, perché del suo alto valore economico e la forte domanda in zone urbane o peri-urbane. Molte cultivar di basilico sono state testate in impianti acquaponici tra cui il
basilico genovese italiano, il basilico limone e il basilico viola . Grazie all’elevato fabbisogno di azoto il basilico è una pianta ideale per i sistemi acquaponici. Tuttavia, la cura deve essere coltivato con parsimonia al fine di evitare un eccessivo depauperamento di nutrienti dell’acqua.A1.1
C
ondizioni di coltivazione: semi di basilico hanno bisogno di una temperatura abbastanza elevata e stabile per avviare la germinazione (20-25 ° C). Le piantine di basilico, una volta trapiantate nell’impianto, crescono meglio in
condizioni di caldo e di piena esposizione al sole. Tuttavia, le foglie di qualità migliore sono ottenute attraverso leggera ombreggiatura. Con temperature giornaliere superiori a 27 ° C le piante devono essere ventilate e coperte con reti ombreggianti (20 per cento) durante le stagioni a forte radiazione solare per impedire le bruciature sulla punta delle foglie.
Indicazioni per la coltivazione: Trapiantare le nuove piantine nel sistema acquaponico quando hanno 4-5 foglie vere. Il basilico può essere colpito da varie malattie fungine, tra cui Fusarium, muffa grigia e macchie nere, in particolare a temperature non ottimali e condizioni di elevata umidità.  La ventilazione e
temperature dell”aria e dell’acqua superiori 21 ° C, giorno e notte, aiutano a ridurre lo stress delle piante e incidenza delle malattie.
Raccolta: La raccolta delle foglie inizia quando piante raggiungono i 15 cm di altezza e continua per 30-50 giorni. E’ necessario avere particolare cura quando si maneggiano le foglie al momento della raccolta al fine di evitare  lividi e annerimenti alle foglie stesse
. Si consiglia di rimuovere le punte delle fioriture durante la crescita delle piante per evitare il gusto amaro nelle foglie e incoraggiare la ramificazione. Tuttavia, poiché i fiori di basilico sono attraenti per gli insetti impollinatori, fare in modo da lasciare un paio di piante in fiore possono migliorare l’aspetto complessivo del giardino e garantire un costante rifornimento di semi. I semi di basilico sono una specialità prodotta in alcune località.

CAVOLFIORE
pH: 6,0-6,5
Sesti d’impianto: 45-60 cm (3-5 piante / m2)
Tempo di germinazione alla temperatura di
8-20 ° C: 4-7 giorni
Durata della coltivazione: 2-3 mesi (colture primaverili), 3-4 mesi (colture autunnali)
Temperatura: 20-25 ° C per la crescita vegetativa iniziale, 10-15 ° C per lo sviluppo della testa (Colture autunnali)
Esposizione alla luce: pieno sole
Altezza della pianta e larghezza: 40-60 cm; 60-70 cm
Metodo acquaponico consigliato: letti di media


Coltivazione del cavolfiore in sistemi acquaponici: Il cavolfiore ha un alto valore nutritivo per il raccolto invernale ed è in grado di crescere e svulupparsi in letti d’argilla espansa con sesti d’impianto adeguati. Cavolfiore ha un apporto relativamente elevato di nutrienti e le piante reagiscono positivamente alle alte concentrazioni di azoto e fosforo. Tra le altre sostanze nutritive
sono importanti il potassio e il calcio per la produzione di teste. L’impianto è particolarmente sensibile alle condizioni climatiche e le teste non si sviluppano correttamente con condizioni di caldo, condizioni di freddo elevato o siccità. Pertanto la selezione la varietà adatta e la tempistica di trapianto sono cruciali.
Le condizioni di coltivazione: la temperatura dell’aria ottimale per la crescita vegetativa iniziale è 15-25 ° C. Per la formazione delle teste, le piante richiedono temperature più fredde di 10-15 ° C (colture autunno) o 15-20 ° C (il raccolto di primavera), a condizione che vi sia una buona percentuale di umidità relativa e le condizioni di pieno sole sono ottimali per sviluppare buone teste. Le piante possono tollerare temperature fredde, tuttavia le teste possono essere danneggiate dal gelo. L’ombreggiamento può essere utile a temperature calde (sopra 23 ° C).
Indicazioni per la coltivazione: far germinare i semi in vassoi di propagazione a 20-25 ° C. Fornire sole diretto fine dalle prime fasi di coltivazione in modo che le
piantine non siano indotte a “filare”. Quando le piante hanno 3-5 settimane di vita e hanno 4-5 foglie vere, iniziare il trapianto nel sistema acquaponico ad una distanza di circa 50 cm. Per conservare il colore bianco delle teste, legare foglie fuori sopra le teste quando avranno raggiunto 6-10 cm di diametro. Una volta che questo stadio viene raggiunto il momento della raccolta può richedere ancora meno di una settimana a temperature ideali o fino ad un mese in condizioni più fresche. Troppo sole, calore o un eccessivo assorbimento di azoto possono  causare la divisione della testa in tante infiorescenza. Il cavolfiore è suscettibile di alcuni parassiti compresa la cavolaia, afidi cavolo,  ecc… che possono essere rimossi manualmente o utilizzando altre tecniche di gestione dei parassiti.
Raccolta: quando le teste sono compatte, bianche e sode. Tagliare le teste della pianta con un grosso coltello e rimuovere il fusto e le radici rimanenti dal letto di coltura e riporre nel bidone del compost.

LATTUGA:
pH: 6.0-7.0
Sesti d’impianto: 18-30 cm (20-25 cespi/ m2)
Tempo di germinazione alla temperatura di 13-21 ° C: 3-7 giorni
Tempi di sviluppo: 24-32 giorni (più a lungo per alcune varietà) dal trapianto
Temperatura: 15-22 ° C (fioritura oltre 24 ° C)
Esposizione alla luce: in pieno sole (ombreggiatura luce nelle temperature calde)
Altezza della pianta e larghezza: 20-30 cm; 25-35 cm
Metodo acquaponico consigliato: supporti letto, NFT e DWC


Coltivazione della lattuga in sistemi acquaponici: La lattuga cresce particolarmente bene in sistemi acquaponici in relazione alle ottimali concentrazioni di nutrienti nell’acqua. Si possono coltivare
con questo metodo molte varietà, ma quattro sono le principali: lattuga Crisphead (Iceberg), che ha la testa serrata con foglie croccanti, ideali per climi più freschi; la lattuga Butterhead (testa di burro), che presenta foglie che sono vagamente impilate le une sopra le altre e non hanno alcun gusto amaro; lattuga Romana, che ha foglie in posizione verticale e ben piegate di gusto dolce e lattuga da taglio, di diverse varietà di colori e forme senza la testa e che può essere seminata direttamente su letti di argilla e recisa senza raccogliere l’intera pianta. Lattuga ha una elevata domanda e ha un alto valore in zone urbane e peri-urbane, ciò la rende una coltura molto adatta a su grande scala per la produzione commerciale.
Le condizioni di coltivazione: lattuga è una coltura invernale. Per lo sviluppo del cespo la
temperatura dell’aria della notte dovrebbe essere 3-12 ° C, con una temperatura di giorno 17-28 ° C. La crescita è influenzata dalla fotoperiodo e della temperatura (luce naturale estesa e caldocondizioni (> 18 ° C) durante la notte sono causa di salita a seme). La temperatura dell’acqua > 26 ° C oltre a favorire la montata a seme può anche essere causa di sapore amaro nelle foglie. L’impianto ha una domanda relativamente bassa di nutrienti; una buona concentrazione di calcio disciolto nell’acqua può essere utile per evitare bruciature nelle punte a delle foglie nelle colture estive. Il pH ideale è 5,8-6,2, ma lattuga cresce bene anche con un pH alto come 7, anche se si possono manifestare carenze di ferro a causa della ridotta biodisponibilità di questo nutriente sopra il pH neutro.
Indicazioni per la coltivazione: le piantine possono essere trapiantate in impianti acquaponici a tre settimane quando hanno almeno 2-3 foglie vere. La concimazione supplementare con fosforo nella seconda e terza settimana favorisce la crescita delle radici ed evita lo
stress da trapianto. Inoltre, l’esposizione delle piantine a temperature più fredde e luce diretta del sole, per 3-5 giorni prima del trapianto è in graso di fornire tassi di sopravvivenza più elevati. Quando si trapiantano lattuga nella stagione calda, riparate  le piante per 2-3 giorni per evitare stress idrico. Per ottenere lattughe croccanti, dolce e una crescita delle piante ad un ritmo veloce, mantenere alti livelli di nitrati nell’impianto. Quando le temperature dell’aria e dell’acqua aumentano nel corso della stagione, utilizzare varietà (estive) resistenti alla salita a seme. Se si coltivano le lattughe nei letti di argilla espansa piantare le nuove lattughe dove possono essere parzialmente ombreggiate da altre
piante vicine.
Raccolta: La raccolta può iniziare non appena la testa o le foglie sono grandi abbastanza da essere consumate. Per la vendita sul mercato, rimuovere cespi e radici quando non appena raggiungono il peso di mercato (250-400 g). Eliminare le radici riponendole nel
bidone del  compost. Raccogliere velocemente nelle prime ore del mattino, quando le foglie sono turgide e piene di umidità e freddo.

CETRIOLI
pH: 5.5-6.5
Sesti d’impianto: 30-60 cm (a seconda della varietà; 2-5 piante / m2)
Tempo di germinazione alla temperatura di 20-30 ° C: 3-7 giorni
Durata della coltivazione: 55-65 giorni
Temperatura: 22-28 ° C di giorno, 18-20 ° C di notte; molto sensibili al gelo.
Esposizione alla luce: pieno sole
Altezza della pianta e larghezza: 20-200 cm; 20-80 cm
Metodo acquaponico consigliato: letti di argilla espansa (medium bed); DWC


Coltivazione dei cetrioli in sistemi acquaponici: i cetrioli, insieme ad altri membri della famiglia cucurbitacee compresi zucca, zucchine e meloni, sono eccellenti verdure estive di elevato valore. Sono piante ideali per essere allevate in letti di argilla espansa (medium bed) in quanto hannouna grande struttura della radice. I cetrioli possono anche essere coltivate su zattere galleggianti, anche se ci potrebbe essere il rischio di intasamento a causa di eccessiva crescita delle radici. Cetrioli richiedono grandi quantità di azoto e potassio, per cui la scelta del numero di piante dovrebbe tenere in considerazione le sostanze nutritive disponibili in acqua in relazione alla quantità di
biomassa di pesce.
Le condizioni di coltivazione: Cetrioli crescono meglio con lunghe giornate calde e umide con ampio sole e notti calde. Le temperature di crescita ottimali sono 24-27 ° C durante il giorno con 70-90 percento di umidità relativa e una temperatura del substrato di circa 21 ° C. Le piante  arrestano la crescita e la produzione a 10-13 ° C. Si raccomanda di avere una elevata concentrazione di potassio per favorire la fruttificazione e dunque 
rendimenti superiori.
Indicazioni per la coltivazione: Le
piantine di cetrioli possono essere trapiantate in 2-3 settimane allo stadio di 4-5 foglioline. Le piante crescono molto velocemente ed è una buona pratica per limitare il loro vigore vegetativo e deviare le sostanze nutritive ai frutti è recidere le punte apicali quando lo stelo è di circa due metri di lunghezza; rimuovere i rami laterali favorisce la ventilazione. Un ulteriore allungamento dell’impianto può essere successivamente ottenuto lasciando solo due gemme più lontane crescere dal fusto principale. Le piante sono incoraggiate ad una ulteriormente produzione dalla regolare raccolta dei frutti di taglia commerciabile (> 180 g). La presenza di insetti impollinatori è necessaria per una buona fecondazione e allegagione. Le piante di cetriolo hanno bisogno di sostegni per la loro crescita, ciò fornirà alle piante anche una adeguata aerazione per prevenire le malattie fogliari (oidio, muffa grigia). A causa della elevata incidenza malattie nelle piante di cetriolo, è importante pianificare adeguate strategie integrate di gestione dei parassiti (vedi capitolo 6) .
Raccolta: Una volta trapiantati i cetrioli possono avviare la produzione dopo 2-3 settimane.
In condizioni ottimali, le piante possono produrre raccolti per 10-15 volte. Raccogliere ogni pochi giorni  per evitare che i frutti diventino eccessivamente grandi e favorire la crescita dei frutti successivi.

MELANZANE
pH: 5,5-7,0
Sesti d’impianto: 40-60 cm (3-5 piante / m2)
Tempo di germinazione alla temperatura di 25-30: ° C: 8-10 giorni
Durata della coltivazione: 90-120 giorni
Temperatura: 15-18 ° C di notte, 22-26 ° C al giorno; altamente sensibili al gelo
Esposizione alla luce: pieno sole
Altezza della pianta e larghezza: 60-120 cm; 60-80 cm
Metodo acquaponico consigliato: letti di argilla espansa (medium bed)

Coltivazione della melanzana in sistemi acquaponici: Melanzana è una verdura estiva da frutto che si sviluppa bene in letti d’argilla espansa (medium) a motivo della profondità delle sue radici. Le piante possono produrre 10-15 frutti per una resa totale di 3-7 kg. Le melanzane hanno un fabbisogno azoto e di potassio, che indica la necessità di attente scelte gestionali che limitino il numero di piante da allevare in ogni unità acquaponica per evitare squilibri nei nutrienti.
Le condizioni di coltivazione: Melanzane si avvantaggiano di temperature calde con una esposizione in pieno sole. Piante fruttificano meglio con temperature giornaliere nell’intervallo tra 22-26 ° C e
umidità relativa del 60-70 per cento, condizioni  entrambe che favoriscono forte allegagione. Temperature <9-10 ° C e >30-32 ° C rappresentano un fattore limitante.
Indicazioni per la coltivazione: i semi germinano in 8-10 giorni a temperature calde (26-30 ° C). Le piantine possono essere trapiantate quando hanno 4-5 foglie quando le temperature aumentano in primavera. Verso la fine della stagione estivaeliminate i nuovi fiori per favorire la maturazione dei frutti esistenti. Alla fine della stagione, piante possono essere drasticamente potate a 20-30 cm, lasciando solo tre rami. Questo metodo interrompe la coltivazione senza rimuovere le piante durante la
stagione sfavorevole (inverno, estate) e consente di riavviare la produzione della coltura  in seguito (non alle nostre latitudini!!! NdR). Le piante possono essere coltivate senza la potatura; tuttavia, in spazi limitati o in serre la gestione dei rami può essere facilitata con l’utilizzo di pali o corde verticali.
Raccolta: la raccolta
inizia quando le melanzane sono lunghe 10-15 cm. La buccia deve essere lucida; una buccia opaca e gialla è segno che la melanzana è troppo matura a causa di una raccolta ritardata, ciò rende i frutti non commerciabili a causa della presenza di semi all’interno. Usare un coltello affilato (meglio ancora una forbice) per staccare le melanzane dalla pianta, lasciando almeno 3 cm dello stelo attaccato al frutto.

PEPERONI
pH: 5.5-6.5
Sesti d’impianto: 30-60 cm (3-4 piante / m2, o più per varietà di piccole dimensioni)
Tempo di germinazione alla temperatura di 22-30
°C: 8-12 giorni;   (semi non germineranno ad una temperatura inferiore a 13 ° C)
Durata della coltivazione: 60-95 giorni
Temperatura: 14-16 ° C di notte, 22-30 ° C durante il giorno
Esposizione alla luce: pieno sole
Altezza della pianta e larghezza: 30-90 cm; 30-80 cm
Metodo acquaponico consigliato: letti di argilla espansa (medium bed)


Coltivazione dei peperoni in sistemi acquaponici: Ci sono molte varietà di peperoni,in  tutte le varianti di colore e grado di piccantezza, dal peperone dolce alle hot chili peppers (Jalapeño o peperoni di Caienna) tutti possono essere coltivati con sitemi acquaponici. Il metodo di coltivazione più adatto al peperone è letti di argilla espansa (medium bed), ma che potrebbe anche crescere in tubi
NFT di diametro 11 cm se sostenuti.
Le condizioni di coltivazione: i peperoni sono una verdura di fruttificazione estiva che preferisce una condizione di caldo e l’esposizione in pieno sole. Le temperature per la germinazione dei semi sono alte: 22-34 ° C. I semi non germineranno bene a temperature <15 ° C. Temperature diurne di 22-28 ° C e notturne le temperature di 14-16 ° C favoriscono migliori condizioni di fruttificazione insieme ad un’umidità relativa attorno al 65-60 percento. Temperature ottimali a livello delle radici sono 15-20 ° C. In generale, temperature dell’aria al di sotto della crescita ottimale per le piante (10-12 °) e causa di deformazione dei frutti, che li rende invendibili. Temperature > 30-35 ° C possono portare ad aborto floreale. In generale, i peperoni piccanti possono essere ottenuti a temperature più elevate. Le prime foglie della pianta proteggono il frutto appeso al di sotto dall’esposizione al sole. Come con altre piante da frutto i nitrati sostengono la fase vegetativa di
crescita iniziale (range ottimale: 20-120 mg / litro), ma una più alta concentrazione di potassio e fosforo è necessaria per la fioritura e la fruttificazione.
Indicazioni per la coltivazione: Trapiantare le piantine con 6-8 foglie vere nell’impianto più presto ma assicurandosi che le temperature notturne rimangano stabilmente sopra i 10 ° C. Sostenere gli impianti quando si appesantiscono con i frutti con pali o corde verticali appesi a dei fili di ferro tirato orizzontalmente. Per peperoni rossi, lasciare i frutti verdi sulle piante fino a che non maturino e diventino rossi. Raccogliere i primi fiori che compaiono sulla pianta, al fine di incoraggiare ulteriormente la crescita delle piante. Ridurre il numero di fiori in caso di allegagione eccessiva per favorire la crescita dei frutti e il raggiungimento di dimensioni adeguate.
Raccolta: iniziare la raccolta quando peperoni raggiungono una taglia commerciale. lasciare peperoni sulle piante fino a quando non maturino pienamente cambiando colore e migliorino i loro livelli di vitamina C. Raccogliere continuamente durante la stagione per favorire fioritura, l’allegagione e la crescita. I peperoni possono essere facilmente conservati al fresco per 10 giorni a 10 ° C con 90-95 per cento l’umidità, oppure possono essere disidratati per la conservazione a lungo termine.

POMODORO
pH: 5.5-6.5
Sesti d’impianto: 40-60 cm (3-5 piante / m2)
Tempo di germinazione alla temperatura di 20-30 °C: 4-6 giorni;
Durata della coltivazione: 50-70 giorni fino primo raccolto; fruttificazione 90-120 giorni fino a 8-10 mesi (Varietà indeterminata dove non fa freddo)
T
emperature ottimali: 13-16 ° C di notte, il giorno 22-26 ° C
Esposizione alla luce: pieno sole
Altezza della pianta e larghezza: 60-180 cm; 60-80 cm
Metodo acquaponico consigliato: letti di argilla espansa (medium bed) e DWC


Coltivazione dei pomodori in sistemi acquaponici: I pomodori sono un’ottima
verdura con fruttificazione estiva da coltivare con tutti i sistemi acquaponici , anche se è necessario un sostegno fisico. Data la forte domanda di nutrienti da parte dei pomodori, soprattutto potassio, il numero di piante per impianto deve essere progettato in relazione alla biomassa ittica disponibile, per evitare carenze nutrizionali. Una concentrazione di azoto superiore è preferibile durante le prime tappe della crescita per favorire lo sviluppo vegetativo delle piante; tuttavia, il potassio deve essere presente dalla fase di fioritura, per favorire lo sviluppo e la crescita dei frutti.
Le condizioni di coltivazione: Pomodori si avvantaggiano di temperature calde con esposizione pieno sole. Sotto 8-10 ° C le piante smettono di crescere, temperature notturne di 13-14 ° C favoriscono l’allegagione. Temperature superiori ai 40 ° C provocano l’aborto floreale e carenza di allegagione.
Ci sono due principali tipi di piante di pomodoro: determinato (produzione stagionale) e indeterminata (produzione continua di rami floreali). Nel primo tipo, le piante possono può essere lasciate crescere come cespugli, lasciando 3-4 rami principali e la rimozione di tutte le femminelle ausiliare per di deviare sostanze nutritive per la frutta. L
e varietà, siano esse determinate o indeterminatie, dovrebbero essere coltivate con un unico stelo (doppio nel caso di alta vigore della pianta) rimuovendo tutte le femminelle ausiliarie. Tuttavia, in alcune varietà, la gemma apicale anche dello stelo singolo deve essere tagliata non appena la pianta raggiunge 7-8 palchi floreali per favorire la fruttificazione. Il pomodoro indeterminato ha necessità di essere sorretto da supporti che possono essere costituiti da pali o corde di plastica / nylon verticali che sono attaccati a fili di ferro tirati
orizzontalmente sopra le sezioni d’impianto.
I pomodori hanno una tolleranza moderata alla salinità, che li rende adatti per aree in cui
non è disponibile acqua dolce pura. Una leggera salinità in fase di fruttificazione migliora la qualità dei prodotti.
Indicazioni per la coltivazione: Collocare pali o strutture di supporto dell’impianto prima del trapianto per evitare danni alle radici. Trapiantare le piantine nel sistema 3-6 settimane dopo la germinazione quando la piantina è di 10-15 cm e quando le temperature notturne sono costantemente al di sopra 10 ° C. Nel trapianto le piantine, evitare ristagni d’acqua attorno al collare per ridurre i rischi di malattie. Una volta che le piante di pomodoro sono alte circa 60 cm, definire il metodo di coltivazione (cespuglio o gambo singolo) eliminando il superfluo dai rami superiori. Rimuovere le foglie dagli ultimi 30 cm del fusto principale per favorire una migliore circolazione dell’aria e ridurre l’incidenza di malattie fungine. Potare tutte le femminelle per favorire la crescita del frutto. Togliere le foglie che coprono ogni ramo a  frutto appena prima della maturazione per favorire il flusso di nutrizione per i frutti e per accelerare la maturazione.
Raccolta: Per ottenere un
sapore migliore, raccogliere i pomodori quando sono maturi e completamente colorati. I frutti continueranno a maturare se raccolti e portati in casa a metà maturazione . Frutti possono essere facilmente conservati per 2-4 settimane a 5-7 ° C sotto l’85-90 percento di umidità relativa.

FAGIOLI E PISELLI
pH: 5,5-7,0
Sesti d’impianto: 10-30 cm, in relazione alle varietà (varietà cespuglio 20-40 piante / m2,
varietà rampicanti 10-12 piante / m2)
Tempo di germinazione alla temperatura di
21-26 ° C: 8-10 giorni
Durata della coltivazione: 50-110 giorni per raggiungere la maturità a seconda delle varietà
Temperatura: 16-18 ° C di notte, il giorno 22-26 ° C
Esposizione alla luce: pieno sole
Altezza della pianta e larghezza: 60-250 cm (rampicanti); 60-80 cm (nani)
Metodo acquaponico consigliato: letti di argilla espansa (medium bed)

A 1.15
Coltivazione di fagioli e piselli in sistemi acquaponici: Entrambe le varietà, rampicanti e nani sono adatti alla coltivazione in sistemi acqaponici, ma i primi sono raccomandati per minor uso dello spazio, che massimizza l’utilizzo letto di crescita. Le varietà rampicanti posson produrre 2-3 volte più baccelli di quelle nane. Fagioli hanno
basse esigenze di nitrati, ma hanno una domanda moderata in termini di fosforo e potassio. Tali esigenze nutrizionali fanno si che i fagioli siano una scelta ideale per la produzione in sistemi acquaponici, anche se l’eccesso di nitrati può ritardare la fioritura. I fagioli sono raccomandati per gli impianti di nuova costituzione in quanto sono in grado di fissare l’azoto atmosferico.
Le condizioni di coltivazione: varietà rampicanti si avvantaggiano di pieno sole, ma tollereranno l’ombra parziale in condizioni di caldo. Le piante non crescono a <12-14 ° C. e temperature > 35 ° C provocano l’aborto floreale e scarsa allegagione. L’umidità relativa ottimale per le piante è 70-80 per cento. I fagioli sono sensibili al fotoperiodo; quindi, è importante scegliere le varietà giuste a seconda della posizione e della stagione. In generale, le varietà rampicanti sono coltivate in estate, mentre le varietà nane sono adattate alle condizioni di giornate corte (Primavera o autunno).
Indicazioni per la coltivazione: seminare direttamente nel letto di crescita di argilla a  3-4 cm di profondità (assicurandosi che il sifone campana sia in frado di bagnare con il livello dell’acqua il seme). Fagioli non reggono bene il trapianto, ciò li rende difficili da coltivare in tubi NFT.
Eventuali pali di sostegno devono essere inseriti prima della germinazione del seme per evitare
danni alla radice. Durante la semina, si deve prestare attenzione al fine di evitare l’ombreggiamento con altre piante durante la screscita. I fagioli sono sensibili agli attacchi di afidi e acari.
Raccolta: le varietà di fagiolini (verdi o gialli) – deve essere turgidi e croccanti al raccolto; i semi all’interno dovrebbero essere non sviluppati o piccolo. Trattenere la pianta  con una mano e il baccello con l’altra per evitare danni  ai rami che produrranno i baccelli successivi. Raccogliere tutti i baccelli di mantenere impianti produttivi.
F
agioli da seme (fagioli neri, larghe o fave)  raccogliere queste varietà quando i
baccelli avranno cambiato colore ed i fagioli all’interno sono completamente formati ma non secchi. Baccelli devono essere grassocci, la qualità peggiora se vengono lasciati sulla pianta per troppo tempo.
F
agioli secchi (fagioli e soia) – Lasciate che i baccelli diventino più asciutti possibile quando le piantesaranno seccate e perso la maggior parte del loro fogliame. Baccelli saranno facilmente separabili quando sono molto secchi, rendendo la rimozione di semi  un processo facile.

CAVOLO CAPPUCCIO
pH: 6-7,2
Sesti d’impianto: 60-80 cm (4-8 piante / m2)
Tempo di germinazione alla temperatura di
8-29 ° C: 4-7 giorni;
Durata della coltivazione: 45-70 giorni dal trapianto (a seconda della varietà e stagione)
Temperatura ideale: 15-20 ° C (crescita si ferma a > 25 ° C)
E
sposizione alla luce: pieno sole
Altezza della pianta e larghezza: 30-60 cm; 30-60 cm
Metodo acquaponico consigliato: letti di argilla espensa (non adatto per impianti di nuova costruzione)app-1-cc1
Coltivazione del cavolo cappuccio in impianti acquaponici: cavolo è una coltura invernale altamente nutriente. Le piante crescono meglio in letti di argilla o altro medium perché raggiungono dimensioni significative al momento del raccolto e potrebbero essere troppo grandi e pesanti per le zattere o la crescita nei tubi. Cavolo è una pianta molto esigente in tema di nutrienti, è perciò inadatto per gli impianti di nuova costituzione (meno di quattro mesi). Tuttavia, a causa del grande spazio richiesto, colture cavolo consumano meno nutrienti per metro quadrato rispetto alle altre verdure a foglia d’inverno (lattuga, spinaci, rucola, eccetera.). Sebbene cavolo possa tollerare temperature fino a 5 ° C, le basse temperature possono non essere adatte per la coltura di pesci.
C
ondizioni di coltivazione: cavolo è una coltura inverno con temperature di sviluppo ideali di 15-20 ° C; cresce meglio quando le teste maturano a basse temperature, è bene perciò programmare le colture in modo da terminare la raccolta prima che le temperature diurne raggiungano 23-25 ° C. Elevate concentrazioni di fosforo e potassio sono essenziali quando le teste cominciano a crescere, può dunque essere necessaria una integrazione con concimi organici somministrati sia localmente che sulle foglie per fornire alle piante adeguati livelli di nutrienti.app-1-cc
Indicazioni per la coltivazione: Trapiantare le piantine a 4-6 foglie e un’altezza di 15 cm.
con una densità di impianto ottimale a seconda della varietà prescelta. In caso di temperature diurne > 25 ° C, usare una ombreggiare la luce del 20 per cento per evitare che la pianta tenda a montare a seme. In considerazione dell’elevata incidenza di bruchi  e altri parassiti come gli afidi, nematodi ecc…, è importante effettuare un attento monitoraggio e di usare pesticidi
biologi sicuri per un itilizzo in acquaponica
quando necessario.
Raccolta: Inizia la raccolta quando le teste di cavolo sono chiuse con un diametro di circa
10-15 cm (a seconda della varietà coltivate). Tagliare la testa dal gambo con un coltello robusto e smaltire le foglie esterne nella compostiera. Se le infiorescenze coe costituiscono testa del cavolo tendono a separarsi significa che i cavoli sono che sono troppo maturi e avrebbero dovuto essere raccolte in precedenza.

BROCCOLO
pH: 6-7
Sesti d’impianto: 40-70 cm (3-5 piante / m2)
Tempo di germinazione alla temperatura di:
25 ° C 4-6 giorni
Durata della coltivazione: 60-100 giorni dal trapianto
Temperatura giornaliera ideale: 13-18 ° C
E
sposizione alla luce: pieno sole; può tollerare ombra parziale, ma maturerà lentamente
Altezza della pianta e larghezza: 30-60 cm; 30-60 cm
Metodo acquaponico consigliato: letti di argilla espensaapp-1-cb-1
Coltivazione del broccolo in impianti acquaponici: Il broccolo è un
ortaggio invernale nutriente. Il metodo del letti di argilla espansa è l’opzione consigliata per la sua coltivazione dal momento che si tratta di una pianta grande e pesante nel momento della raccolta. Il broccolo è moderatamente difficile da coltivare, perché è esigente in fatto di nutrienti. E’ anche altamente suscettibile a temperature elevate pertanto, è importante scegliere un varietà resistente ai picchi di calore.
Indicazioni per la coltivazione: il broccolo cresce meglio quando le temperature diurne sono attorno ai 14-17 ° C. Per la formazione testa, varietà invernali richiedono temperature di 10-15 ° C. Più alte sono le temperature più e facile che la pianta monti a seme.app-1-cb-2
Indicazioni per la coltivazione: Trapiantare le piantine in letti di argilla espansa una volta che si presentino 4-5 foglie vere e le piante sono alte 15-20 cm. Le piantine devono essere posizionate 40-50 cm una spaziatura più vicina produrrà teste centrali più piccole. Il broccolo, così come cavolo, è suscettibile agli attacchi di cavolaia e di altri parassiti. In questo caso la rimozione meccanica può avere risultati marginali, invece il trattamento con pesticidi biologici e repellenti può controllare le infestazioni.
Raccolta: Per ottenere la migliore qualità di prodotto iniziare la raccolta del broccolo quando le gemme della testa sono ben serrate. Raccogliere immediatamente se i boccioli cominciano a separarsi e cominciare la fioritura (fiori gialli).

BIETOLA
pH: 6-7,5
Sesti d’impianto: 30-30 cm (15-20 piante / m2)
Tempo di germinazione alla temperatura
ottimale di 25-30 ° C:  4-5 giorni;
Durata della coltivazione: 25-35 giorni
Temperatura giornaliera ideale: 16-24 ° C
Esposizione alla luce: pieno sole (ombra parziale per temperature > 26 ° C)
Altezza della pianta e larghezza: 30-60 cm; 30-40 cm
Metodo acquaponico consigliato: letti di argilla, tubi NFT e DWCapp-1-b-2
Coltivazione della bietola in impianti acquaponici: la bietola è una verdura estremamente popolare che cresce ottimamente con tutti e tre i metodi acquaponici. Si tratta di un
moderato consumatore di nitrati e richiede limitate concentrazioni di potassio
e fosforo rispetto agli ortaggi da frutto, ciò la rende una pianta ideale per gli impianti acquaponici.
Grazie al suo alto valore di mercato, al suo tasso di crescita rapido e al suo contenuto nutrizionale, la bietola è spesso coltivata in sistemi acquaponici commerciali. Il fogliame va da verde scuro a verde, ma i gambi possono avere colori vivaci e attraenti di giallo, viola o rosso.app-1-b-1
Indicazioni per la coltivazione: per le bietole le temperature ottimali sono 16-24 ° C, mentre la temperatura minima di crescita è 5 ° C. anche se tradizionalmente un tardo-inverno/primavera le colture possono tollerare gelate moderate. La bietola può anche crescere bene in pieno sole durante le stagioni estive non troppo calde. Una rete di ombreggiatura è suggerita a temperature più elevate. La bietola ha una tolleranza moderata alla salinità, che la rende una pianta ideale per l’acquaponica con acqua salmastra. I semi di bietola producono più di una piantina, perciò il diradamento è necessario appena le piantine cominciano a crescere. Come piante invecchiano le foglie più vecchie possono essere rimosse per incoraggiare una nuova crescita.
Raccolta: foglie di bietola possono essere continuamente tagliate ogni volta che raggiungano dimensioni raccolta. La rimozione delle foglie grandi favorisce la crescita di nuove. Evitare di danneggiare il punto di crescita nel centro della pianta durante la raccolta.

PREZZEMOLO
pH: 6-7
S
esti d’impianto: 15-30 cm (10-15 piante / m2)
Tempo di germinazione alla temperatura ottimale di
20-25 ° C: 8-10 giorni;
Durata della coltivazione: 20-30 giorni dopo il trapianto
Temperatura giornaliera ideale: 15-25 ° C
Esposizione alla luce: pieno sole; ombra parziale a temp. > 25 ° C
Altezza della pianta e larghezza: 30-60 cm; 30-40 cm
Metodo acquaponico consigliato: letti dei media, NFT e DWCapp-1-p
Coltivazione del prezzemolo in impianti acquaponici: Il prezzemolo è una pianta molto comune coltivata sia in acquaponica amatoriale che in quella commerciale in virtù del suo elevato contenuto nutrizionale (ricco di vitamine A e C, calcio e ferro) e del suo alto valore di mercato. Il prezzemolo è una pianta facile da coltivare le sue esigenze di nutrienti sono relativamente basse rispetto adaltre verdure.
Indicazioni per la coltivazione: il prezzemolo è una pianta biennale ma è tradizionalmente coltivata come annuale, la maggior parte varietà cresce per un periodo di due anni se la stagione invernale è mite senza troppe gelate. Sebbene la pianta possa resistere a temperature di 0 ° C, la temperatura minima di sviluppo è di 8 ° C. Nel primo anno, le piante producono foglie, mentre nel secondo le piante iniziano a sviluppare i gambi fino allo sviluppo dei fiori per la produzione di sementi. Prezzemolo si avvantaggia del pieno sole fino a otto ore al giorno, un’ombreggiatura parziale è necessaria in caso di temperature > 25 ° C.
Indicazioni per la coltivazione: La difficoltà principale nella coltivazione del prezzemolo è è legata alla germinazione, che può richiedere 2-5 settimane, a seconda della freschezza dei semi. Per accelerare la germinazione, i semi possono essere messi a bagno in acqua calda (20-23 ° C) per 24-48 ore per ammorbidirne l’involucro esterno. Successivamente, scolare l’acqua e seminare i semi in
vassoi di  propagazione, le piantine che su svilupperanno avranno l’aspetto di erba, con i due cotiledoni stretti l’uno di fronte all’altro. Dopo 5-6 settimane, trapiantare le piantine nell’impianto acquaponico in corrispondenza con l’inizio della primavera.
Raccolta: La raccolta inizia una volta che i singoli steli della pianta sono almeno 15 cm di lunghezza. Raccogliere prima gli steli esterni della pianta per incoraggiare il suo sviluppo per tutta la stagione. Il prezzemolo è adatto all’essicazione e alla surgelazione. Una volta essiccato, le piante di prezzemolo possono essere schiacciate a mano e conservate in un contenitore ermetico.

Annunci

One thought on “Appendice 1 del manuale FAO: 12 VERDURE PARTICOLARMENTE INDICATE PER LA COLTURA ACQUAPONICA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...