Grandi lavori

Nel fine settimana ho finalmente raccolto il suggerimento di Elio, detto “il Re delle pompe”, e ho sostituito la sump del mio impianto con una decisamente più grossa.P1010358Mi ha dato una mano mio fratello Sergio ma io mi ero già mosso fin dalla prima mattina di sabato, sapendo che poi sarebbe arrivato il brutto tempo. Ho infatti colto l’occasione per spostare i 47 persici, di dimensioni variabili trai gl 8 e 18 cm in un fish tank grande, togliendoli dall’acquario a vista, che era molto decorativo ma poco adatto al loro sviluppo futuro. Qui sotto trovate una foto dei miei lavori mattutini con i due contenitori: quello grande nel quale avevo messo gli ultimi 8  i black bass resistiti alle “grigliate estive” e quello piccolo con i persici.P1010349Si è rischiata la “tragedia” quando mi sono accorto, dopo la pausa pranzo, che il tubicino che portava l’aria ai persici (lo vedete bianco nella foto) non si sa per quale motivo, forse il cane, forse una mia distrazione, non pescava più nel contenitore e i poveri pesci erano quasi tutti gambe all’aria! Sono prontamente intervenuto e, a distanza di 24 ore dall’incidente, le perdite si sono limitate a 6 esemplari.

Ne approfitto per chiedere scusa all’amico Simone, il “papà dei persichetti, e domandargli se, a distanza di un paio di giorni dall’incidente, possono esserci  ulteriori conseguenze.

Torniamo ai lavori che sono stati seguiti con attenzione dall’Ingegner Pettirosso, che non ci ha peso mai di vista (con particolare attenzione per le operazioni di movimento terra) arrivando anche ad un solo metro da noi dopo aver preso confidenza . La foto sotto è colta un po’ da lontano, alla fine, quando si era abituato del tutto alla nostra presenza, eravamo troppo stanchi e sporchi per pensare alla macchina fotograficaP1010351Il risultato finale è stato quello di aver sostituiro una sump da circa 200 litri con una da 750, in qusto modo la pompa che riporta in quota l’acqua ai pesci non sarà più costretta ad accendersi e spegnersi con troppa frequenza. Se infatti prima, tenendo conto dei pescaggi, si accendeva per pochi secondi per pompare 150 litri d’acqua alla volta, ora lo fa per un tempo più lungo per un volune d’acqua quasi quadruplicato, con grande giovamento per la sua vita tecnica, dice Elio.  Inoltre il volume d’acqua circolante è maggiore, la qual cosa è di una certa utilità dal punto di vista del “volano termico”, riducendo gli sbalzi di temperature, in particolare tra giorno e notte. P1010360

Fin qui tutti i pro, il contro potrebbe essere quello di una fluttualzione dell’altezza dell’acqua nei fish tank che tuttavia, trattandosi di più vasche per una capacità totale di circa 3000 litri, risulta essere piuttosto contenuto.

Annunci

8 thoughts on “Grandi lavori

  1. Ottimo lavoro, peccato per l’inconveniente!
    Ho visto che hai le fisch tanks all’esterno: non hai problemi d’inverno?
    Siccome poi ho ancora molti dubbi riguardo ai flussi ti chiedo per cortesia di chiarirmi i seguenti punti:
    1- diametro tubo da sump a fish tank. (Dipende dalla potenza della pompa?)
    2- diametro tubo ‘overflow’ da fish tank a grow bed (2,5 cm?)
    3- diametro tubo scarico da grow bed a sump e diametro del sifone (4 cm?)
    C’è una regola per calcolare i diametri visto che penso sono tutti in relazione?
    Grazie per la pazienza.
    Ciao.
    Lorenzo

    • Ciao Lorenzo,
      1) dalla sump l’acqua è riportate in quota da una pompa a immersione da 10.000 lt/h (esagerata) https://akuaduulza.wordpress.com/2013/05/14/maledetta-pompa/ il tubo è del 40;
      2) tecnicamente non ho un “troppopieno” perchè non rischio un eccesso d’acqua essendo la quantità nel circuito “fissa”. Un caso di piogge prolungate e consistenti il livello tende a salire ed eventualmente uscirebbe dai fish tank per “sfioramento”. Il tubo di discesa è un tubo di scarico Geberit, anch’esso da 40;
      3) Il tubo della stand pipe del sifone a campana è da 25, ulteriormente ridotto per un piccolo tratto all’interno per creare l’effetto Venturi. Dopo la stand pipe il tubo che porta l’acqua alla sump è da 32. Quanto alla campana credo di ricordare sia da 40. Ma in questo caso l’effetto Venturi non ha seguito regole particolari, ci sono arrivato per tentativi ed errori;
      4) D’inverno ho coibentato i tubi di discesa dell’acqua dai fish tank e ogni ora circa riattivo la circolazione per qualche minuto, anche di notte, per evitare che si formi eventualmente del ghiaccio. Anche un buona areazione, attraverso la risalita delle bolle, tende a contrastare la formazione di chiaccio superficiale.
      Ciao.
      M

      • Grazie Mario per la risposta ma devo dire che sono sorpreso: pensavo che il tubo di scarico dovesse essere più grande del tubo di portata al grow bed. Evidentemente l’effetto Venturi fa sì che la portata d’acqua sia maggiore a causa della velocità d’uscita elevata che si innesca.
        (considerazioni da profano in materia di dinamica dei fluidi 🙂 )
        Ciao.

    • Un po’ è l’effetto Venturi, un po’ dipende dalla pompa di carico (non è detto che cacci tanta acqua da riempire l’intera sezione del tubo. Nel mio caso tuttavia devi tenere conto che un tubo da 40, con una pressione in caduta di 1 metro, distribuisce la sua portate in 4 GB.
      E’ pur vero che tutti i GB fanno capo, alla fine ad un’unica uscita da 32, sia pure con tutte le considerazioni fatte per l’effetto Venturi, ma il carico, oltre ad essere distruvuito è “temporizzato”, dopo un queato d’ora si ferma per circa un’oretta. Dunque, anche ammettendo che entrata e uscita abbiano la stessa portate i GB hanno tutto il tempo per svuotarsi, una volta “innescati”.
      Questo detto molto al livello pratico, se interpelli un fisico potrebbe farti dei calcoli precisi.
      Ciao.M

      • Dunque bisogna calcolare il tempo di carica dei grow beds fino al momento di attivazione del sifone e poi disattivare la pompa almeno fino a quando non si sono svuotati completamente altrimenti i grow beds potrebbero restare pieni d’acqua durante la pausa. Poi ho visto che qualcuno fa un piccolo foro di scarico sotto per il caso che si blocchi la pompa e un foro di ‘overflow’ per il caso che si blocchi il sifone.
        Ciao.

    • Random! l’acqua, almeno nel mio caso di ferma quando lo dice il timer, che non staa guardare quanto siano pieni in quel momento i GB, può dunque capitare che qualche colta rimangano pieni ma, in generale, statisticamente non rimanfono pieni troppo spesso per essere causa di qualche forma di asfissia radicale.
      Quanto alle “sicurezze” direi che la cosa più importante è fare in modo (ad esempio con una stan pipe) che i pesci rimangano accidentalmente senz’acqua. I GB, rimangono umidi molto a lungo e si fa sempre a tempo ad intervenire.
      M

  2. Complimenti Cirano, gran bel lavoro e pensa che contemporaneamente anche io nel mio impiantino stavo facendo la stessa cosa ma invece di sostituire la sump ne ho aggiunta un’altra collegandola in basso con un tubo e quasi raddoppiandone la capacità.
    Che acqua hai usato per il rabbocco? Piovana?
    Io per migliorare il mio Ph e schiodarlo dall’8,0 mi sono dotato di un impiantino di osmosi inversa il quale mi restituisce un’acqua pura e con un Ph sul 7,3 (qui a Fi si parte appunto da 8,0 8,1) e spero che sia le mie Koi che le piante siano felici per le mie scelte.
    Saluti a tutti gli acquaponici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...