Nel Medioevo si sviluppa la pesca d’acqua dolce

(di EmeritoEttore)

Con la disfatta dell’Impero Romano le prime a sparire furono le attività di pesca imprenditoriale. E’ la fine per la pesca al tonno, che aveva preso sempre più piede nella fase di massimo spelndore dell’Impero. Ciò per il rapido venir meno dei mezzi finanziari necessari per armare imbarcazioni sempre più perfezionate e reclutare equipaggi sempre più nimerosi; di una rete commerciale degna di questo nome; di una clientela in grado di acquistare merci anche molto costose; infine -ma certamente non come importanza- per il progressivo deteriorarsi delle vie di comunicazione, essenziali per un veloce trasporto di una materia prima tanto deperibile.

Di qui un nuovo modo di pescare, praticato dal singolo con strumenti di cattura molto semplici (piccole reti, nasse, lenze di fondo, fiocine) al solo scopo di rifornire direttamente di cibo la propria cerchia familiare, barattando eventualmente con altre derrate alimentari parte del pesce pescato. Un tipo di attività praticabile assai  più agevolmente in acqua dolce che in mare, cosicché la quasi totalità del pesce consumato a quei tempi veniva dai laghi, fiumi, stagni, nonche da piccoli ambienti acquatici artificiali quali i canali di alimentazione dei mulini e i fossati posti a difesa di edifici fortificati e di centri abitati (quello introno a Milano era fomoso per la ricchezza di pesci e di gamberi!).

Castello del Comune di Peschiera Borromeo

Pur con tutte queste limitazioni, mai in Occidente il pesce ebbe a giocare un ruolo tanto importante come nei primi secolo del Medioevo e ciò per l’estrema capillarità di quel suo “auto-approvvigionamento” di cui si è detto; l’estrema scarsità all’opposto di fonti proteiche alternative (poco o nulla della florida zootecnia romana era sopravvissuto alle invazioni barbariche); i numerosissimi giorni di “magro” -120/130 all’anno- previsti dal calendario liturgico dell’epoca, nei quali era proibito il consumo di carni di animali terrestri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...