La pesca di frodo dell’Imperatore

(1 aprile 2013 di EmeritoEttore)

I grandi fiumi della Cina,  l’allevamento del baco da seta e la crescita spontanea del bambù contribuirono a rendere popolare la pesca in quel lontano paese fin dagli albori dell’epoca storica.

Insieme ai pesci ed alla forte pressione umana per catturarli con metodi sempre più ingegnosi, nacquero le regole per proteggere quella preziosa fonte di cibo durante i periodi di riproduzione.

Si legge, in un’antichissima cronaca cinese, che un giorno un imperatore della dinnasia Zhou, se ne stava a pescare con canna e lenza, incurante del fatto che in quel periodo dell’anno la pesca fosse severamente viatata per proteggere la riproduzione dei pesci. Sorpresolo a praticare quell’attività illecita, il suo Primo Ministro  dapprima si prostrò dinnanzi a lui sino a terra in segno di massimo rispetto, quindi rialzatosi gli si accostò e, afferrata la lenza, la spezzò.

“Che cosa state facendo” gli urlò l’imperatore furibondo. “Il mio dovere, Sire” rispose tranquillamente il Primo Ministro; sul cui capo -verrà subito fatto di pensare- chissà quale terribile punizione si sarà poi abbattuta! In realtà invece non andò a finire così: perchè l’Imperatore, pentitosi sia dell’infrazione commessa che del suo scoppio d’ira, non soltanto ricompensò riccamente l’integerrimo e competente collaboratore; ma diede altresì ordine che la lenza da questi spezzata venisse posta in bella evidenza all’ingresso del palazzo imperiale quale esempio di uguaglianza dinnanzi alla legge e monito a chiunque intendesse infrangerla. (Altri tempi, verrebbe da dire -NdR-)

Annunci

5 thoughts on “La pesca di frodo dell’Imperatore

  1. Ciao a tutti

    Mario sto valutando seriamente di provare il sifone esterno da realizzare in accordo ai disegni che ho scaricato dal sito che mi hai indicato. Grazie ancora!
    Per quanto riguarda l’impianto che ho inserito nel ciclo del laghetto Koi (per la prima volta non aumentando i consumi di energia …), vista la sistemazione dei letti non posso utilizzare questa tipologia di scarico quindi devo continuare con i sifoni a campana che ho già costruito.
    Siccome non tagliavano il flusso con il letto vuoto stamani ho sostituito il tubetto di scarico dell’aria con uno di diametro maggiore. Stasera, con il silicone secco ed incrociando le dita , faremo il collaudo.
    Ti manderò le foto appena finito il lavoro , forse entro domenica.

    Elio

    • Ricordati di ridurre la sezione del tubo durante la caduta per innescare l'”effetto Venturi”. Ho notato inoltre che se la fase di discesa non è innescata da una curva a 90^ ma da 2 da 45^ in successione l’effetto Venturi si innesca più facilmente. Vedi tu.
      Ciao.
      Mario

      • Con il tubo di sfiato diam. 15 mm funzionano a meraviglia! Sono davvero contento. Farò il sifone esterno sugli altri letti. Vorrei salutare anche gli altri amici …., ciao. Elio

  2. Vorrei fosse così anche in Italia …. Ma purtroppo il teatrino continua.

    Una domanda per dei super esperti come Voi:

    Se un sifone a campana non si innesca (lascia passare un piccolo flusso d’acqua costante) bisogna ridurre le spazio tra stand-pipe e sifone oppure aumentarlo?
    Adesso ho circa 4 cm.

    Buonaserata

    Elio

    • Non sai quanti “moccoli” mi hanno fatto tirare i sifoni a campana! Non ho mai compreso i rapporti che governano l’innesco, a un certo punto, a furia di cambiar pezzi iniziavano a funzionare …
      Comunque credo che la cosa fondamentale, più che lo spazio tra stand pipe e “campana”, sia il restringimento nel tubo della stand pipe che deve innescare l’effetto Venturi.
      Comunque, dal momento che hai tre growbed in serie per lato, valuta seriamente la possibilità di installare un sifone esterno come quello nel sito che ti ho segnalato. S’innesca con maggiore facilità (non chiedermi perchè) del classico sifone a campana.
      Vedi disegno in questo post: http://iononperdonoetocco.wordpress.com/2012/03/12/aqualung-un-altro-passo/
      Ciao.
      M

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...